BUSACHI

PRO LOCO CUVVENTU

La Pro Loco “Cuvventu” di Busachi nasce nel 2005 con l’intento di far conoscere le ricche tradizioni che il paese, di generazione in generazione, ha saputo tramandare.

Busachi è capace di offrire ai suoi visitatori un’esperienza antica ed unica, fuori dal tempo.

I primi insediamenti di Busachi, risalenti al Neolitico, sono documentati dalla presenza di nuraghi e numerose Domus de Janas anche all’interno del paese, che oggi si presenta come un piccolo borgo in trachite rosa, tra i pochi ben conservato, nel quale è possibile rinvenire diverse abitazioni databili quattro secoli fa.

Questo scenario fa da sfondo alle innumerevoli sfaccettature con cui i busachesi esprimono il loro amore verso questo luogo.

Primo fra tutti è

– L’amore per il vestito tradizionale

indossato quotidianamente dalle sole donne del paese, abiti a loro destinati dalle proprie madri e nonne; lo stesso abito che è possibile ammirare nelle tele di Filippo Figari dei primi del ‘900 ed inserite nel ciclo pittorico intitolato “L’amore in Sardegna”, visibile presso la sala dei Matrimoni del Comune di Cagliari.

– L’amore per il cibo

nella preparazione del piatto tipico – su Succu – che i busachesi prediligono nelle grandi occasioni: una pietanza che lega la tradizione agro-pastorale e quella agricola, unendo sapientemente il brodo di più carni, il formaggio, la pasta fatta in casa e lo zafferano.

– L’amore per la musica ed il ballo tradizionale

in tantissimi si cimentano nei balli tradizionali, che sia su ballu, s’annanza o su passu torrau non fa differenza; specie tra i giovani, è d’uso divertirsi e far divertire chi osserva, immersi nella musica frenetica dell’organetto che dà il tempo al passo dei danzatori.

E infine

– L’amore per il matrimonio

che racchiude tutti quanti gli aspetti della tradizione busachese: un festeggiamento lungo – si direbbe – che ha inizio il venerdì e si conclude la domenica, nel quale si rende merito all’amore, questa volta promesso, dei due sposi.

error: Content is protected !!